Presspubblica il sito più votato dal pubblico - Italian Web Award 2005
giovedì, 19 ottobre 2017

Te lo dice presspubblicaTe lo dice presspubblica
I consigli, i suggerimenti, le "dritte"


Il piacere di scrivereIl piacere di scrivere...
Flash, racconti, storie, novelle, poesie, romanzi, pazzie...


Come la vedo io Come la vedo io
Il tuo commento ad articoli e notizie che hai trovato interessanti


Spazio alla replicaSpazio alla replica
Con la sola regola del normale civismo, lo spazio in cui presspubblica ospita le repliche, gli sfoghi, le correzioni, le smentite


Voci di dentroLe voci di dentro Il "che si dice" dai posti di lavoro. Voci, illazioni, notizie boom, un po' di sale e di pepe dai nostri uffici


RecensioniRecensioni
I libri, i film, i CD...


Cerco offroCerco offro lavoro oltre
La casa del tuo curriculum. Attaccalo in questa bacheca con una breve presentazione


Tutti per unoTutti per uno...e tutti contro tutti La politica, dalla circoscrizione al comune, dalla provincia alla regione, dall'Italia al pianeta


Web linksIl web segnalato da presspubblica



Red@zione, credits, avvertenze ed info



Login Form
Username

Password

Ricordami
Hai perso la password?
Non hai ancora un account? Creane uno

 

presspubblica il sito informativo più votato   PDF  Stampa  E-mail 
Inviato da presspubblica  
venerdì 23 dicembre 2005
Nella categoria 'Informazione - Editoria' il nostro sito - giornale - blog é risultato il più votato al televoto del Premio Web Italia 2005 - Il Presidente della Giuria Roberto Bonu ha spiegato che sono state fatte 2500 telefonate e presspubblica, prima di categoria con il 37,2%, ne ha totalizzate ben l'8,1 % nella classifica generale, cioé 202 nostri lettori/collaboratori hanno speso soldi per attribuirci il premio - GRAZIE A TUTTI - La serata delle premiazioni ed i vincitori, 'rumors', 'boatos', qualche commento e la galleria delle immagini

Già finalista nella categoria 'Informazione - Editoria' al Premio Web Italia 2005, il nostro sito - giornale - blog presspubblica é stato insignito a Francavilla al Mare, nella serata del 22 dicembre (cerimonia di consegna dei web awards 2005), del premio del pubblico come miglior sito di categoria. (clicca qui per la << galleria immagini >> )

Un grande risultato, una bella affermazione per il nostro giornale se si pensa che questo premio, e ci piace sottolinearlo, é stato assegnato dai nostri lettori. E sì, perché c'è voluta la volontà di ciascuno di comporre il numero del televoto a pagamento e segnalare presspubblica, invece di altri.

Il Presidente della Giuria Roberto Bonu ha spiegato che sono state fatte 2500 telefonate e presspubblica, prima di categoria con il 37,2%, ne ha totalizzate ben l'8,1 % nella classifica generale, cioé 202 nostri lettori/collaboratori hanno speso soldi per attribuirci il premio.

Che dire? Senz'altro GRAZIE a tutti per averci detto "Siamo con voi, continuate così", una medaglia (o meglio una 'chiocciolina' come quella che ci é stata assegnata) che non sarà un punto d'arrivo: anzi proprio da qui, da questo riconoscimento e dagli altri ricevuti a Francavilla, dei quali parleremo più sotto, presspubblica inizierà un nuovo cammino cercando di realizzare alcuni sogni nel cassetto.

Per molti 'addetti ai lavori' che abbiamo conosciuto al Premio, quello del 'Voto del pubblico' é il più prestigioso e questo ragionamento é stato accennato sul palco da Roberto Bonu che tuttavia, forse per sfinimento fisico, ha poi vanificato il discorso chiamando i vincitori di questo premio 'democratico' sul proscenio tutti insieme e facendoli rimanere lì senza consegnare i premi, perché non erano pronti (alle 19,30, per una premiazione che era invece prevista alle 12,30!).

Ma veniamo alla serata, anzi il resoconto ufficiale lo potete leggere << cliccando qui >>
A presspubblica interessa di più raccontare la parte esaltante e più valida della manifestazione: l'incontro, la conoscenza, lo scambio di vedute con una banda di web-scienziati, di web-artisti, di web-artigiani, di web-fuoriditesta, che anche se con accentazioni diverse hanno condiviso la maggior parte delle scelte operate dalla giuria ... però non proprio tutte.

I 'rumors' e i 'boatos' della platea di esperti hanno lamentato spesso la stravagante allocazione dei concorrenti nelle categorie, che ha portato a decisioni criticabili.

Azzeccata per tutti invece la decisione di premiare nella categoria 'Tecnologie, Comunicazioni' il sito dBlog (www.dblog.it/sito) di Daniele 'Marlenek' Vietri, un grande ed una persona squisita, che ha sviluppato su piattaforma Microsoft un CMS Open Source progettato e sviluppato in italiano, disponibile per tutti gratuitamente e tradotto in 5 lingue straniere, a conferma del successo che ha incontrato questo strumento semplice e versatile.

Nella nostra categoria (proprio non ce la facciamo a stare zitti) molti web-esperti ci hanno detto che la giuria ha 'toppato', facendoci molti complimenti e proponendo collaborazioni e sinergie. Anche noi la pensiamo così, cioè che la giuria ha 'toppato', poichè ha premiato il sito pensiero.it della casa editrice Il Pensiero Scientifico Editore, cioé un sito importante che tuttavia si segnala soltanto per un ordinatissimo catalogo.

Nella stessa categoria c'era ad esempio il sito del giornalista Claudio Gallone che ha mostrato in sala un reportage fotografico suggestivo ed emozionante: cara giuria, già quello era migliore di 'pensiero', ancorché si trattasse di un sito personale in inglese che mal si posizionava dunque nella categoria.

Alla platea, e a noi, é sembrato che l'unico sito originale e realmente informativo fosse presspubblica ma chi ha deciso l'ha fatto in senso opposto malgrado che proprio dalla giuria (l'indaffaratissima e brava <<Adele Marra>>) fosse giunta una significativa sottolineatura: il nostro é l'unico caso in 4 edizioni del premio che la nomination della giuria coincide con la votazione del pubblico.

Calma, non é che siamo diventati d'un tratto presuntuosi ... é solo che presentando il sito abbiamo evidenziato la sua caratterizzazione dal lato dei contenuti, la sua ottica aperta e partecipativa, il dinamismo delle opinioni, il suo essere palestra di scrittura e offerta di confronto, abbiamo parlato di web giornalismo e di citizen journalism, di democrazia nel web e tutti ci hanno apprezzati molto oltre quanto ci aspettassimo.

E poi nella categoria ha vinto un catalogo (un database) e non il nostro crogiuolo di idee e passione; vabbè, una svista ... vediamo a chi la giuria ha assegnato il premio quale miglior sito in assoluto: www.vinicorvo.it (no comment)


presspubblica


IN LIBRERIA

IL FIGLIO DEL FIUME

Il romanzo di Benny Pistone

ACQUISTALO ORA

Civitella del Tronto non si arrende. Dietro la cinta delle mura angioine e con pochi uomini a disposizione la resistenza all'esercito di Vittorio Emanuele si fa ogni giorno più difficile. L'Italia è ormai cosa fatta, un'unione siglata tramite accordi politici e poi imposta ai più. Ma nelle terre di tradizione borbonica esistono altre prove di fedeltà, altre consuetudini e alleanze. "Il figlio del fiume" è una storia romanzata, che permette di entrare a pieno nell'atmosfera di quel periodo turbolento, costellato da molte contraddizioni, eppure così decisivo per le sorti del futuro Stato italiano.

Presspubblica 2004 - tutti i diritti riservati