Presspubblica il sito più votato dal pubblico - Italian Web Award 2005
giovedì, 19 ottobre 2017

Te lo dice presspubblicaTe lo dice presspubblica
I consigli, i suggerimenti, le "dritte"


Il piacere di scrivereIl piacere di scrivere...
Flash, racconti, storie, novelle, poesie, romanzi, pazzie...


Come la vedo io Come la vedo io
Il tuo commento ad articoli e notizie che hai trovato interessanti


Spazio alla replicaSpazio alla replica
Con la sola regola del normale civismo, lo spazio in cui presspubblica ospita le repliche, gli sfoghi, le correzioni, le smentite


Voci di dentroLe voci di dentro Il "che si dice" dai posti di lavoro. Voci, illazioni, notizie boom, un po' di sale e di pepe dai nostri uffici


RecensioniRecensioni
I libri, i film, i CD...


Cerco offroCerco offro lavoro oltre
La casa del tuo curriculum. Attaccalo in questa bacheca con una breve presentazione


Tutti per unoTutti per uno...e tutti contro tutti La politica, dalla circoscrizione al comune, dalla provincia alla regione, dall'Italia al pianeta


Web linksIl web segnalato da presspubblica



Red@zione, credits, avvertenze ed info



Login Form
Username

Password

Ricordami
Hai perso la password?
Non hai ancora un account? Creane uno

 

Barbari a Roma e gli strateghi dell'ordine pubblico   PDF  Stampa  E-mail 
Inviato da essequ  
venerdì 20 febbraio 2015

Immagine dal web

Sembra di sentirli... ho chiesto informazioni ma non mi hanno risposto... ho emesso un'ordinanza... ho mobilitato 1.300 uomini (sì, ma dove e con quali compiti?)... non era di mia competenza... non abbiamo poteri (meno male!)

Si conoscono i nomi degli strateghi dell'ordine pubblico nella Capitale d'Italia, quelli che impediscono ai cassintegrati di imboccare via del Corso, quelli che hanno intrappolato e picchiato Landini e i metalmeccanici di Terni. Gli stessi che hanno lasciato violentare Roma per due giorni, quei burocrati che emettono ordinanze ridicole che servono solo a rompere i coglioni alla gente perbene, perchè i delinquenti se ne fregano di rispettarle.

Essì, sono il prefetto e il questore che hanno la responsabilità dell'ordine pubblico, lo sanno tutti ma nessuno fa nulla.

Nei periodi più bui di Roma i Barbari la saccheggiarono, ma la consuetudine era tutt'altra, era Roma a suonargliele di santa ragione e ripetutamente. Ora si assiste alla discesa dei Barbari senza alcun controllo, sono stati lasciati liberi di fare a Roma tutto quello che alle loro menti stravolte dall'alcol non è consentito, e sanzionato, a casa loro.

Qual è stata la strategia?

Sembra di sentirli... ho chiesto informazioni ma non mi hanno risposto... ho emesso un'ordinanza... ho mobilitato 1.300 uomini (sì, ma dove e con quali compiti?)... non era di mia competenza... non abbiamo poteri (meno male!)... si è scelto di tutelare i turisti...

Da Repubblica.it
Hooligan olandesi: nessun allarme, divieti aggirati: così l'orda ha beffato la polizia
Né la Uefa né il Viminale hanno fiutato il pericolo. Incetta di alcool degli ultrà nei supermercati
di Carlo Bonini

CLICCA QUI PER LEGGERE L'ARTICOLO


IN LIBRERIA

IL FIGLIO DEL FIUME

Il romanzo di Benny Pistone

ACQUISTALO ORA

Civitella del Tronto non si arrende. Dietro la cinta delle mura angioine e con pochi uomini a disposizione la resistenza all'esercito di Vittorio Emanuele si fa ogni giorno più difficile. L'Italia è ormai cosa fatta, un'unione siglata tramite accordi politici e poi imposta ai più. Ma nelle terre di tradizione borbonica esistono altre prove di fedeltà, altre consuetudini e alleanze. "Il figlio del fiume" è una storia romanzata, che permette di entrare a pieno nell'atmosfera di quel periodo turbolento, costellato da molte contraddizioni, eppure così decisivo per le sorti del futuro Stato italiano.

Gli articoli più letti
La stanza degli specchi
Aveva ragione Longbow
Rapita in Iraq Giuliana Sgrena del Manifesto
Amnesty International e Costantino (sì...sì..quello della De Filippi)
Roberto Dal Bosco: ricordatevi questo nome

Presspubblica 2004 - tutti i diritti riservati