Presspubblica il sito più votato dal pubblico - Italian Web Award 2005
sabato, 23 settembre 2017

Te lo dice presspubblicaTe lo dice presspubblica
I consigli, i suggerimenti, le "dritte"


Il piacere di scrivereIl piacere di scrivere...
Flash, racconti, storie, novelle, poesie, romanzi, pazzie...


Come la vedo io Come la vedo io
Il tuo commento ad articoli e notizie che hai trovato interessanti


Spazio alla replicaSpazio alla replica
Con la sola regola del normale civismo, lo spazio in cui presspubblica ospita le repliche, gli sfoghi, le correzioni, le smentite


Voci di dentroLe voci di dentro Il "che si dice" dai posti di lavoro. Voci, illazioni, notizie boom, un po' di sale e di pepe dai nostri uffici


RecensioniRecensioni
I libri, i film, i CD...


Cerco offroCerco offro lavoro oltre
La casa del tuo curriculum. Attaccalo in questa bacheca con una breve presentazione


Tutti per unoTutti per uno...e tutti contro tutti La politica, dalla circoscrizione al comune, dalla provincia alla regione, dall'Italia al pianeta


Web linksIl web segnalato da presspubblica



Red@zione, credits, avvertenze ed info



Login Form
Username

Password

Ricordami
Hai perso la password?
Non hai ancora un account? Creane uno

 

'Coming out' di Viviane Vagh vince ABSTRACTA 2011   PDF  Stampa  E-mail 
Inviato da presspubblica  
sabato 17 settembre 2011
Viviane VaghLa filmmaker franco-australiana si aggiudica la VI edizione della Mostra internazionale di cinema astratto.


La Giuria internazionale, presieduta dal maestro dell'Anticine Javier Aguirre, ha assegnato menzioni anche a
Marcin Wojciechowski,
Max Hattler e
Neil Needleman






Viviane VaghSi è chiusa il 16 settembre a Roma la sesta edizione della Mostra internazionale del cinema astratto. Vincitrice di ABSTRACTA 2011 è risultata la franco-australiana Viviane Vagh con l'opera 'Coming out', 6' 33", per aver mostrato, come recita la motivazione della Giuria, "un delicato connubio tra astrattismo e surrealismo".

La Giuria internazionale (presidente Javier Aguirre, maestro dell'anti-cine spagnolo; Didier Feldmann, filmaker francese, menzione speciale Abstracta 2010; Saul Saguatti, autore di cinema sperimentale italiano; Anton Fuxjaeger, docente di cinema sperimentale all'università di Vienna; Jonathan Thonon, professore di cinema sperimentale all'università di Liegi) ha assegnato tre menzioni:
- Interferences, 4' 30", di Marcin Wojciechowski
- Aanaatt, 4' 45", di Max Hattler
- Slow Fall, 6' 33", di Neil Needleman

Convinti gli applausi finali dell'appassionato pubblico, convenuto per tre interessantissime serate nella Sala DELUXE della Casa del Cinema, nella Villa Borghese di Roma, per i giurati, per il Direttore artistico di Abstracta Valentina Domenici e, soprattutto, per le opere presentate.

La kermesse di cinema astratto dà l'appuntamento agli autori e ai tanti che la seguono, anche dall'estero, al prossimo anno per la VII edizione.


IN LIBRERIA

IL FIGLIO DEL FIUME

Il romanzo di Benny Pistone

ACQUISTALO ORA

Civitella del Tronto non si arrende. Dietro la cinta delle mura angioine e con pochi uomini a disposizione la resistenza all'esercito di Vittorio Emanuele si fa ogni giorno più difficile. L'Italia è ormai cosa fatta, un'unione siglata tramite accordi politici e poi imposta ai più. Ma nelle terre di tradizione borbonica esistono altre prove di fedeltà, altre consuetudini e alleanze. "Il figlio del fiume" è una storia romanzata, che permette di entrare a pieno nell'atmosfera di quel periodo turbolento, costellato da molte contraddizioni, eppure così decisivo per le sorti del futuro Stato italiano.

Gli articoli più letti
La stanza degli specchi
Aveva ragione Longbow
Rapita in Iraq Giuliana Sgrena del Manifesto
Amnesty International e Costantino (sì...sì..quello della De Filippi)
Roberto Dal Bosco: ricordatevi questo nome

Presspubblica 2004 - tutti i diritti riservati